Panoramiche globali, immersive, interattive

Collegamenti tra ambienti e link esterni…

Effetti d’animazione e grafica personalizzata

Alta definizione, mappe ed effetti audio

Tutto questo ed altro ancora…

… con le foto panoramiche e i tour virtuali di PanoVista

Servizi

Hai una casa da vendere? Un locale da pubblicizzare? Uno spazio da promuovere?

Se hai un qualunque ambiente da mostrare e lo vuoi valorizzare per attirare acquirenti, ospiti, utenti, allora la visualizzazione di panoramiche sferiche, immersive ed interattive è quello che fa per te.

Clicca nella scena d’esempio qui sopra… e muovila col mouse!

Che tu sia un privato, un commerciante, un imprenditore, un agente immobiliare, un albergatore, un ristoratore, un curatore di mostre, un espositore, un amministratore, un assessore al turismo, questo è ciò che ti offriamo: veniamo a fotografare i tuoi spazi, elaboriamo le foto e prepariamo le panoramiche, quindi le pubblichiamo per te (sul tuo sito o sul nostro), corredandole delle funzioni e degli effetti che sceglierai.

Così potrai invitare in anteprima i tuoi ospiti a visitare la tua casa (esempio), il tuo locale, le bellezze del tuo territorio (esempio) proprio come se fossero già lì ed a farsene un’idea chiara e completa e magari proprio così convincerli a venirti a trovare.

E tutto questo ad un prezzo irrisorio.

Vuoi saperne di più?

Continua a leggere…

Funzioni base

1Tutte le nostre panoramiche sono sferiche, globali, immersive. Che significa? Che a differenza di molti (che offrono panoramiche “cilindriche”, solo orizzontali), noi fotografiamo e restituiamo tutta la sfera visiva che avvolge l’osservatore, non solo per 360° tutt’intorno, ma anche per 180° in altezza, dallo zenit al nadir, dal cielo o dal soffitto fino a terra o al pavimento, fin sotto i piedi! Esempi


2Immersive ha perciò quel significato: con le nostre panoramiche avrai la sensazione d’immergerti nell’ambiente. Potrai così mostrare ai tuoi ospiti anche soffitti decorati, volte affrescate, mosaici e tappeti sui pavimenti ecc. Insomma tutto, senza tralasciare nemmeno un centimetro quadrato di visuale nascosta! Esempio


3Le nostre panoramiche sono interattive, cioè rispondono ai comandi ed alla volontà del visitatore. A differenza infatti di normali foto statiche o di banali video, passivamente fruiti dall’utente, con le nostre panoramiche i tuoi ospiti decidono autonomamente che cosa guardare, come guardare, quando e quanto guardare degli spazi che mostri loro.
I comandi essenziali sono quelli per spostare l’inquadratura dove vuoi (a destra, a sinistra, in alto, in basso) e per avvicinare o allontanare lo sguardo (zoom in avanti o indietro) e ingrandire i dettagli più minuti sulla scena o abbracciarla nell’insieme. Esempi


4Ogni nostra panoramica è ottenuta da un mosaico di centinaia di foto, che perciò consentono di rappresentare in dettaglio ogni angolo della scena. Ciascuna immagine è poi sottoposta a numerosi trattamenti fotografici al fine di massimizzarne la resa (esposizione, contrasto, nitidezza ecc.).

Tutte le foto sono quindi rimontate insieme senza una sbavatura o il minimo disallineamento, in una continuità totale, per garantirti la massima qualità e la miglior esperienza di visualizzazione. Esempi


5Le nostre panoramiche sono collegate nei varî ambienti di uno stesso luogo (abitazione, itinerario turistico, centro commerciale, spazio espositivo ecc.) tramite simboli d’accesso visibili su porte o passaggi (), con tanto di miniature d’anteprima: cliccando su ciascun simbolo si passa all’ambiente successivo, visitandoli così uno ad uno, come si farebbe dal vero. Esempio


6Come ulteriore strumento di collegamento tra gli ambienti del tour hai l’indice fotografico, per avere a portata di clic un mini-album con le anteprime in miniatura di tutti gli ambienti da visitare, potendo passare da uno all’altro senza dover seguire un percorso obbligato, come in quest’esempio.


7Puoi godere delle nostre panoramiche da qualunque dispositivo, sia fisso sia mobile, sia su computer sia su tablet o smartphone: la visualizzazione infatti è progettata per adattarsi automaticamente al dispositivo usato e le funzioni, i comandi ed il menu sono ottimizzati di conseguenza.
Prova ad esempio a digitare l’indirizzo panovista.it/ah/ nel browser del tuo cellulare ed in quello del computer e confronta i risultati.


8

Ogni nostra panoramica può essere visualizzata in una finestra, dimensionabile a piacere, nella pagina del tuo sito (come nell’anteprima all’inizio di questa pagina o qui accanto) per essere comodamente impaginata e proposta ai tuoi visitatori, oppure può essere mostrata direttamente a tutto schermo (come in tutti i nostri esempi) per essere apprezzata subito in tutta la sua spettacolarità.

Da ogni visualizzazione in finestra puoi comunque sempre passare a quella a tutto schermo e ritorno.


9Puoi dotare ogni panoramica dell’autorotazione (), della quale puoi scegliere verso e velocità, per godere in pace lo scorrimento di tutta la scena davanti ai nostri occhi, senza dover fare nulla (potendo comunque intervenire attivamente in ogni momento e panoramicare, zoomare ecc. anche senza interrompere l’autorotazione) e ancora dell’animazione nelle transizioni tra un ambiente e l’altro, come la dissolvenza incrociata, lo zoom ecc. Esempi


10Per ciascuna panoramica generiamo e ti forniamo un codice QR che potrai pubblicare dove vuoi (brochure, giornali, manifesti, siti ecc.), potendo così mostrare istantaneamente quell’ambiente a chiunque e dovunque, anche sul cellulare: prova tu stesso ad inquadrare il codice QR qui accanto col tuo smartphone e un’app come i-nigma o QR Droid.


  1. In una bitmap a proiezione equirettangolare con un’estensione angolare di 360°×180°, successivamente convertita e scomposta nelle sei facce di un cubo.
  2. L’anteprima in questa pagina può non comparire negli schermi più piccoli, come quelli di alcuni dispositivi mobili, o anche sul monitor di un computer, se ridimensioni eccessivamente la finestra del browser.
  3. L’autorotazione, se in corso, può essere interrotta in due modi, o temporaneamente o definitivamente; nel primo caso, per interromperla temporaneamente, basta intervenire nella visualizzazione della scena in qualunque momento, panoramicando o zoomando, interrompendo così l’autorotazione fintantoché si manovri la panoramica: dopo alcuni secondi di inattività, però, questa riprenderebbe da sé, come prima; nel secondo caso, invece, per interrompere definitivamente l’autorotazione è sufficiente cliccare su / nel menu per selezionare il movimento manuale dell’inquadratura, sia che l’autorotazione sia in corso sia che sia temporaneamente ferma. Più facile a farsi che a dirsi.

Extra

E non finisce qui! In aggiunta alla dotazione base, su richiesta, possiamo arricchire le tue panoramiche di funzionalità aggiuntive

11… come l’alta o l’altissima definizione, per spingere più in profondità gl’ingrandimenti possibili della scena, utile in ambienti d’arte come chiese, palazzi, musei, monumenti ecc.
Mentre la definizione standard consente un ingrandimento minimo, l’alta definizione consente di zoomare oltre, con una risoluzione (lineare) fino a quattro volte quella standard (fino a sedici volte sulla superficie!): come verifica prova a distinguere i particolari degli affreschi in questa panoramica (definizione standard) e confrontali con quelli visibili in questa (in alta definizione), due rappresentazioni dello stesso ambiente. L’altissima definizione supera perfino questo limite e si spinge virtualmente all’infinito, per necessità eccezionali.
Vuoi qualche numero? Se una panoramica a definizione standard (SD) può essere composta da 32 milioni di punti (pixel), una a media definizione (MD) può arrivare a 128 milioni di pixel (risoluzione lineare doppia, areale quadrupla), una ad alta definizione (HD) a 512 milioni di pixel ed una ad altissima definizione (UHD) può raggiungere i miliardi di pixel!


12O ancora possiamo inserire qua e là sulla scena, nei punti significativi, altri link, sempre sotto forma di simboli cliccabili (), per mostrare foto, video, testo, o accedere ad altre pagine di qualsiasi sito (anche esterno) e fornire così ai tuoi visitatori tutte le informazioni che vuoi, come schede tecniche, informative, pagine d’approfondimento su articoli, prodotti, opere ecc. (Esempio),


13oppure una musica di sottofondo o un commento audio (utile ad esempio se multilingue), per rendere ancora più coinvolgente la visita e fornire informazioni ancora più complete ai tuoi ospiti, anche stranieri; puoi usare una stessa musica o uno stesso commento per l’intero tour, oppure puoi differenziarli, fino ad ogni singolo ambiente (Esempio); puoi gestire l’audio tramite il sottomenu visualizzabile cliccando sul tasto : puoi sospenderne/avviarne/riprenderne/interromperne l’esecuzione e puoi regolarne il volume, alzandolo, abbassandolo o azzerandolo,


14e ancora la mappa del percorso, a mo’ di navigatore, che visualizzando la pianta della struttura o la planimetria dell’itinerario turistico guida il visitatore e al tempo stesso lo lascia libero di muoversi come vuole da un punto all’altro dei luoghi che gli proponi, come in quest’esempio, o in quest’esempio (ideale per amministrazioni locali, enti del turismo, agenzie di viaggio ecc.),


15inoltre possiamo personalizzare il menu e l’interfaccia delle nostre panoramiche con bordi e cornici a tua scelta (come in quest’esempio, anche differenziando gli ambienti), col tuo logo (statico o animato, coprente o trasparente, in evidenza oppure nascosto, ad esempio sul nadir), i tuoi colori aziendali ecc. per dare un’impronta ancora più professionale alla tua offerta,


16 possiamo aggiungere effetti d’atmosfera particolari per accentuare la suggestione di ambienti architettonici di pregio, come puoi vedere cliccando sulle immagini qui a fianco, che mostrano in successione come proporre lo stesso ambiente in diverse atmosfere, alcune più naturali e morbide ed altre più cariche ed enfatizzate,


17oppure possiamo aggiungere al normale stile di visualizzazione della scena, la proiezione gnomonica, anche le alternative della proiezione stereografica e della proiezione a occhio di pesce (fisheye), per offrire ai tuoi visitatori altre suggestive esperienze visive, ad esempio avere un colpo d’occhio dell’intero ambiente, come nelle immagini qui a fianco,


18altri effetti speciali che possiamo implementare sono quelli d’animazione, come in quest’esempio, in cui la panoramica si apre con uno spettacolare volo in picchiata che ti porta dall’alto del cielo fin sul terreno, o in quest’esempio in cui un effetto analogo si svolge in un ambiente chiuso, ancor più spettacolare,


19e se ciò non bastasse e volessi introdurre una marcia in più per le tue panoramiche, possiamo implementare la funzione giroscopio (per i dispositivi mobili come smartphone e tablet equipaggiati), che dia ancora di più ai visitatori del tuo sito la sensazione di trovarsi già nell’ambiente: semplicemente ruotando il dispositivo a destra e a sinistra, inclinandolo in alto e in basso, senza altri controlli manuali o automatici, vedrebbero sullo schermo l’inquadratura che apparirebbe davanti ai loro occhi se si trovassero sul posto e muovessero la testa in quelle direzioni; la funzione è attivabile tramite il bottone del menu (attivabile in sequenza, insieme ai bottoni / e per impostare la modalità di controllo dell’inquadratura), come puoi sperimentare in quest’esempio (l’indirizzo per il browser del tuo cellulare è panovista.it/AJ/) ed in tutti gli Esempi presenti nel nostro sito,


20oppure, sebbene abbiamo detto che le nostre panoramiche sono globali, possiamo limitare, su tua richiesta, la rotazione o l’inclinazione dello sguardo per nascondere certe zone delicate o riservate della scena, impedendone di fatto la visualizzazione, come in quest’esempio, in cui non abbiamo ritenuto necessario dover mostrare il pavimento del balcone (impedendo che il visitatore possa abbassare lo sguardo sotto una certa altezza).


21In conclusione ecco come si presenterebbe il menu di una panoramica completa di tutte le funzioni, come puoi vedere qui a fianco ed in tutti gli Esempi presenti nel nostro sito.
Se clicchi sull’immagine puoi consultare in anteprima la Guida alle funzioni, disponibile per i tuoi visitatori in ogni panoramica.


  1. PanoVista usa le mappe di Google per mostrare gli edifici in planimetria. Poiché nella visualizzazione in modalità Satellite Google Maps usa immagini aeree e, per l’appunto, satellitari, in cui quasi mai il territorio è fotografato perfettamente dalla verticale, gli edifici possono apparire leggermente scorciati, inclinati (come in assonometria, anziché in proiezione ortogonale), vedendosi cioè anche parte delle facciate che di norma non dovrebbero vedersi, come in quest’esempio del duomo di Ascoli Piceno, in cui a sinistra l’edificio viene mostrato come dovrebbe apparire, mentre a destra appare scorciato. Questo fa sembrare che i segnalini di PanoVista (che indicano la posizione in planimetria, cioè sul terreno, della visuale di ciascuna panoramica) siano spostati rispetto a dove dovrebbero, come nell’esempio qui accanto, in cui è indicato il punto di vista della panoramica della cappella del Ss. Sacramento, proprio sulla verticale del centro della cupola, di cui si vede il tetto con la lanterna: la posizione in planimetria, cioè rispetto al terreno, è corretta in entrambi i casi, ma nella visualizzazione scorciata delle mappe di Google, come appare a destra, il segnalino sembra indicare un punto a margine del tiburio, anziché al centro. L’effetto (perciò non un errore di PanoVista) è facilmente verificabile in tutti i territori mappati da Google tridimensionalmente, attivando e disattivando la visualizzazione 3D di Google Maps.
  2. La limitazione della panoramica si ottiene restringendo il settore accessibile nell’azimut (di norma da 0° a 360°) e/o nell’altezza (di norma da −90° a +90°) della direzione dello sguardo, definendo così l’ambito di visualizzazione consentito.

Dettagli

Per concludere qualche numero che ti potrebbe interessare conoscere.

Come avrai letto qui, ogni panoramica nasce da qualche decina di foto scattate sul campo, che vengono poi elaborate e suddivise in centinaia o migliaia di tessere più piccole (normali immagini in formato JPEG), il cui numero dipende dalla definizione desiderata, che costituiranno il mosaico finale.

Ecco come PanoVista classifica le panoramiche in base alla definizione crescente:

Definizione Dimensioni Area Tessere Peso Esempio
Standard SD fino a 8000×4000 fino a 32 fino a ≃ 170 fino a ≃ 10 MB Appartamento
Media MD fino a 16000×8000 fino a 128 fino a ≃ 700 fino a ≃ 40 MB Palazzo
Alta HD fino a 32000×16000 fino a 512 fino a ≃ 3000 fino a ≃ 160 MB Chiesa
Altissima UHD oltre 32000×16000 oltre 512 oltre ≃ 3000 oltre ≃ 160 MB

Infine qualche nota tecnica, per te, se t’intendi di HTML, o per il tuo webmaster, utile da conoscere ai fini della pubblicazione.

Ciascuna panoramica è costituita essenzialmente da un’unica cartella con le immagini di cui sopra e da alcuni file tra i quali il più importante, index.html, costituisce perciò il link che inserirai nelle pagine del tuo sito, a cui riferire la panoramica o il tour. Un tour virtuale può articolarsi in un numero qualsiasi di ambienti/tappe, come anche essere costituito da un’unica panoramica: cambia solo il numero di cartelle con le immagini, restando uguali gli altri file.

Puoi scegliere tra due modi per proporre ai visitatori del tuo sito una panoramica o un tour: o in finestra, eventualmente allargabile a tutto schermo, oppure già a schermo intero.

1Nel primo caso inserirai nel codice HTML della tua pagina un link alla panoramica sotto forma di tag iframe, come questo: <iframe src="AY/index.html"></iframe>; il risultato sarà simile a quello qui sopra a destra.

2Nel secondo caso sarà necessario un tag anchor, sia che che lo usi attorno ad un testo (un’etichetta, una didascalia, una breve descrizione), così: <a href="AY/index.html">Cliccami!</a>, come qui: Cliccami!, sia che lo usi attorno ad un’immagine (uno scorcio d’anteprima della scena), così <a href="AY/index.html"><img src="AY/Soggiorno.jpg"</a>, come qui a sinistra.


  1. Della bitmap a proiezione equirettangolare, che ha sempre un’estensione angolare di 360°×180°.
  2. Dimensioni lineari in pixel della bitmap.
  3. Estensione della superficie della bitmap in milioni di pixel, o megapixel (MP).
  4. Da 2×1 a 8000×4000.
  5. Da 8002×4001 a 16000×8000.
  6. Da 16002×8001 a 32000×16000.
  7. Da 32002×16001 in su.

Ricorda: tutte le nostre panoramiche sono della massima qualità fotografica e sono visualizzabili senza differenze sia sul monitor di un computer sia sullo schermo di un cellulare o di un tablet, per fornire ai tuoi potenziali clienti un servizio il più completo possibile!

Che aspetti a chiamarci? Guarda alcuni esempi di tutto questo e contattaci per ogni altra informazione.

© 2013-2020 PanoVista